9 MAGGIO 1945

IL GIORNO DELLA VITTORIA – День Победы

ProgettoHumus vuole ricordare questo giorno di festa, arrivato dopo troppo sangue versato, ricordando che tutto ciò è stato il preludio inconsapevole, 40 anni prima, del prezzo di vite umane pagato dal disastro nucleare di Chernobyl, con una serie contenuti multimediali, contributi audio, immagini e canzoni.

A cura di Daniele Grossi.
E’ possibile richiedere informazioni ed ulteriori documenti della sezione contattando la redazione.

LA STORIA

Gli anni della seconda guerra mondiale che andarono dal 1941 al 1945 segnarono la vita e la storia del popolo sovietico. Più di 30 milioni di morti, fu il tributo dell’URSS per ottenere una gloriosa vittoria nella “Grande guerra Patriottica” sulle truppe occupanti tedesche.


Ascolta

1941 – L’ANNUNCIO ORIGINALE DELL’OCCUPAZIONE DELLE TRUPPE NAZIFASCITE DA PARTE DELLA BPK, RADIO DI STATO DELL’URSS
Ю. Левитан – Из сообщения о вероломном нападении Германии на СССР


Ascolta

7 NOVEMBRE 1941, NEL DISCORSO, STALIN ALLA PARATA ANNIVERSARIO DELLA RIVOLUZIONE INVITA LE TRUPPE ED IL POPOLO SOVIETICO A COMBATTERE CONTRO IL NEMICO TEDESCO
И. В. Сталин – Из речи И. В. Сталина на параде, 7/11/1941
La chiamata alle armi La gloriosa Armata Rossa contro l’occupazione nazista

Dopo il 25 Aprile del 1945, data di liberazione da parte dei partigiani del nord italia sotto l’occupazione nazifascita, nel resto dell’Europa si continuò a combattere per altre settimane.

La presa di Berlino, con la Bandiera rossa sventolante sopra il Reichstag, avvenne il 2 maggio 1945, data della fine della battaglia (2 anni e tre mesi dopo la fine dell’assedio di Stalingrado, il 2 febbraio 1943), mentre la Cecoslovacchia venne liberata dall’Armata Rossa due settimane più tardi.

LE CANZONI DELL’ARMATA ROSSA
Coro dell’Armata Rossa

 KATYUSHA
E al soldato sulla frontiera lontana
Manda i saluti di Katyusha.
Possa lui ricordare una semplice giovane ragazza,
E sentire come canta
Possa lui proteggere la terra natia
Come Katyusha protegge l’amore
KALINKA
Kalinka mia,
mia piccola bacca di lampone
nel giardino.
L’ADDIO DI SLAVIANKA
Coro epico dell’Armata Rossa

LA VITTORIA

Il 9 maggio, nelle prime ore del mattino, la Radio di Stato a Mosca annunciò alla popolazione la resa incondizionata della Germania nazista. La popolazione scesce immediatamente per le strade della città commossa e provata per la fine del grande incubo, per festeggiare una vittoria eroica, vinta dal popolo e pagata a caro prezzo. Tra bandiere rosse e ritratti di Stalin, la gioia, pur in un periodo di enormi lutti collettivi, fu incontenibile.


Ascolta

STALIN ANNUNCIA LA VITTORIA DEL POPOLO SOVIETICO SUI SOLDATI TEDESCHI NAZIFASCITI – “POVIEDA U VAS, MOI DARAGHII…”
Из сообщения И. В. Сталина по радио посвященного Победе над Германией
il nemico è sconfitto Berlino è conquistata Gloria ai soldati sovietici

Da allora per tutti i paesi dell’URSS e dell’Europa orientale, il 9 maggio è ricordato come il Giorno della Vittoria (in russo: День Победы, Dien Pobedy), celebrato ogni anno con una grande parata militari sulla Piazza Rossa a Mosca, ricorrenze e commemorazioni in tutte le città e capitali dei paesi dell’ex blocco comunista a cui partecipano ex veterani di guerra che mostrano fieri le loro medaglie.

LE CANZONI DEL TEMPO DI GUERRA



SBIAZENNAIA VAINA
Gruppo della bandiera rossa

Краснознаменный ансамбль
Священная война
ZIMBLIANKA
Uciosov

Л. Утёсов в сопр.оркестра
В землянке
SMUGLIANKA
Gruppo della bandiera rossa

Краснознамённый ансамбль
Смуглянка
TIOMNAIA NOC
dal film “2 soldati” – Bernes

М. Бернес
Тёмная ночь. Из кф Два бойца
DAVAI ZAKURIM
Sulschenko

К. Шульженко в сопр. оркестра
Давай закурим
PESIENKA FRONTOVOVO SCIOFIE
Bernes

М. Бернес
Песенка фронтового шофе

:. TORNA A INDICE “LE RADICI COMUNI DEGLI STATI COINVOLTI DALL’INCIDENTE DI CHERNOBYL: L’URSS”